Seleziona la tua area d'interesse

19.01.2016 Focus on

L’anti-dieta della pausa pranzo …. a portata di mano!

Basta con le diete impossibili per eliminare quei 2-5 kg che hai accumulato durante le vacanze natalizie! Arriva l'antidieta della pausa pranzo: a portata di gusto, portafoglio, ma soprattutto ... di mano!
 


È sotto gli occhi di tutti:  le settimane successive ai festeggiamenti natalizi sono popolate da panettoni avanzati che mai arriveranno a San Biagio, da squisitezze ipercaloriche rinvenute nei cesti natalizi aziendali, da cioccolatini e torroni che non ti saresti mai sognato di acquistare - ma che qualcuno ha capziosamente introdotto nella calza natalizia dei tuoi bambini- da marmellate fatte a mano da associazioni low profit ma dai prodotti high fat, high sugar e colesterol-friendly.

E in ufficio? La collega furbetta ha pensato bene di trasferirvi ogni sorta di eccedenza natalizia: frutta secca, panforte, persino omini di pan di zenzero, croccanti e roccocò, per ridistribuire democraticamente e macchiavellicamente le calorie.

Il girovita sembra non avere più scampo. Eppure un alleato c’è, anche se ancora non lo sai:
la tua pausa pranzo! 


Non serve trovare il ristorante light, bio, slim, o i cosiddetti ristoranti “a basse calorie”. Qualsiasi bar, pizzeria, tavola calda o fredda diventa il luogo ideale per riconquistare la forma (e riperderla se ci fa piacere!) perché la soluzione è nelle tue mani!

Le dosi nella tua mano! 

Le diete ci hanno stufato: sono monotematiche, tristi, coercitive e .. fanno venire fame. C’è un modo più semplice per tenersi in forma, se lo vogliamo, sempre e ovunque: le tue mani.

Qual è la “giusta” quantità? Lo strumento che abbiamo sempre con noi e che può sostituire la bilancia quando abbiamo bisogno di scegliere la giusta quantità di cibo è proprio la nostra mano! Non hai pazienza, voglia o tempo di pesare e dosare le quantità di cibo? Allora questo metodo fa per te! Semplice e pensato per la pausa pranzo.
 
  • Nel menù sei attratto da pasta, riso, legumi o formaggi?In questo caso la valutazione della porzione si basa sul pugno.Ricorda: ciò che eccede il pugno della tua mano è di troppo! (ma si può barare e usare la mano del collega corpulento ma solo per cominciare…)
  •  Il tuo ristorante preferito oggi propone carne, pesce, prosciutto, pizza o frittata?In questo caso le quantità vengono misurate con la mano aperta (se sei una donna e hai le unghie particolarmente lunghe hai diritto a una dose supplementare!)
  • Insalatona al bar sotto l’ufficio? Un po’ triste ma almeno possiamo “esagerare”: utilizza entrambe le mani con il palmo aperto e scegli della verdura appetitosa, ma anche : tonno o pollo, mozzarella o gamberetti – non sono vegetali ma in questo caso si concedono deroghe, altrimenti che anti- dieta è?  
Se invece sei particolarmente esigente e selettivo e cerchi una rete di ristoranti virtuosi in grado di fornire menu bilanciati, vieni a scoprire il progetto Pausa Mediterranea by FOOD, per mangiare (e stare) meglio grazie alla pausa pranzo.

In alternativa, puoi testare la pausa pranzo “alla mano” in ristoranti di diverso tipo: vegani, etnici, cinesi, fusion, sbizzarrisciti nella ricerca su dovepranzo.edenred.it il Tripadvisor della pausa pranzo!

e adesso .... Buon appetito!
 
 
 
 
SC