Seleziona la tua area d'interesse

16.07.2014 Focus on

Viaggiare in Italia senza contanti è possibile

Pagare senza mai usare banconote e monetine. È la sfida affrontata per sette giorni dall’equipaggio di #NoCashTrip per scoprire a che punto è l’e-payment in Italia.

Con la corsa finale all’Autodromo di Monza, si è conclusa giovedì scorso l’avventura del #NoCashTrip. Due giornalisti e un videomaker hanno viaggiato a bordo di un’auto, da sud a nord per sette giorni, senza usare (quasi) mai banconote e monetine. Una sfida resa possibile dai sistemi di pagamento immateriali, dalla carta di credito alla carta carburante, fino agli smartphone Nfc.

Il risultato? Buono, ma c’è ancora molto da fare per arrivare a una piena diffusione dei sistemi di pagamento virtuali. Del resto, i dati della Banca Centrale Europea parlano chiaro: in Italia l'86% dei pagamenti sono in contanti, in Germania il 60%, in Inghilterra 45% e in Francia il 44%. Difficile negare che l’e-payment divide sia un problema per il nostro Paese.

Diverse aziende stanno, però,  investendo per proporre soluzioni innovative e comode per la dematerializzazione dei pagamenti, anche in ambito business, come Edenred Italia. Tra il “kit di sopravvivenza” in dotazione alla crew di #NoCashTrip c’era anche la carta ExpendiaSmart® Drive, una soluzione per il pagamento del carburante. E proprio con questa carta sono stati pagati tutti i rifornimenti di carburante fatti lungo il percorso fino all’arrivo all’Autodromo di Monza, dove ExpendiaSmart® Drive è stata simbolicamente restituita al suo ideatore, Andrea Keller, amministratore delegato di Edenred Italia.